This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit. quis bibendum auci elit.

Instagram feed

+ 01145928421 SUPPORT@ELATED-THEMES.COM

Pagine

La Luna è Azzurra 37° Festival Internazionale del Teatro di Figura San Miniato (PI) - 5/6/7/8 Agosto 2020 La Luna è Azzurra 37° Festival Internazionale del Teatro di Figura San Miniato (PI) - 5/6/7/8 Agosto 2020 La Luna è Azzurra 37° Festival Internazionale del Teatro di Figura San Miniato (PI) - 5/6/7/8 Agosto 2020 La Luna è Azzurra 37° Festival Internazionale del Teatro di Figura San Miniato (PI) - 5/6/7/8 Agosto 2020

La Luna è Azzurra

37° Festival Internazionale del Teatro di Figura

Dove: San Miniato– Quando: 5, 6, 7, 8 Agosto 2020

Ingresso gratuito, con prenotazione consigliata

In un periodo così strano, attraversato dalla pandemia Covid, in cui l’incertezza e la distanza sociale rattristano il cuore, vogliamo raccontarvi una piccola storia felice, quella di San Miniato e della sua Luna è azzurra, che nel cielo di agosto tornerà ancora a brillare. In un momento difficile per la cultura e per il settore dello spettacolo in Italia, in cui sono stati annullati tantissimi festival di teatro di strada, concerti, manifestazione di ogni tipo, la luna azzurra resistite, grazie alla volontà dell’amministrazione comunale, e si conferma un appuntamento culturale irrinunciabile per il tessuto sociale del territorio. Questa sua 37 edizione, sarà un edizione speciale, pacata nei modi, ma piena di un entusiasmo ritrovato, pronta ad aprire il sipario sotto le stelle ed accogliere il suo pubblico più affezionato, quello dei bambini e delle loro famiglie. Che cosa ci sarà di diverso rispetto al festival che siamo abituati a vedere? Solo la forma: gli spazi saranno due/tre a sera e non ci sarà il coinvolgimento di tutto il centro storico: saranno allestite le platee in piazza del seminario e ai loggiati di san domenico il 5 e 6 agosto, mentre si aggiungerà anche Piazza del Duomo il 7 e 8 agosto.

Il protagonista sarà come sempre il teatro di figura, quel teatro che incanta, che catapulta gli spettatori in una dimensione fantastica, che piace alle famiglie, diverte i più piccoli e ricorda agli adulti di essere stati bambini. I burattini, le ombre, le macchine magiche, le marionette che ormai da 37 anni intrecciano i fili a San Miniato, tornano a stupirci per quattro sere con dieci spettacoli e un programma originale pronto a risvegliare la voglia di sognare.

Il festival si aprirà il 5 agosto con due show internazionali, in piazza del Seminario avremo l’argentina Veronica Gonzalez con il suo magico “C’era due volte un piede”, in cui buffi personaggi in carne ed ossa interpretano le più esilaranti storie e ai Loggiati di San Domenico l’artista iraniano Saeed Fekri con “L’incantatore”, il più grande mimo di strada che opera in Italia, abile istrione e direttore d’orchestra di un complice pubblico, torna Il giovedì, piazza del Seminario ospiterà Denì Magic in “Per farvi magia”, una famiglia magica aretina, nata dalla passione del papà per gli attrezzi magici, che spazia dalla magia classica alle grandi illusioni; mentre i Loggiati di San Domenico saranno invasi dalle marionette di All’InCirco con “PuPAZZi d’amore”, uno show poetico e surreale in cui pupazzi e oggetti inanimati si avventurano in quadri grotteschi, tra fioriture e metamorfosi.

Il venerdì saranno tre gli spazi coinvolti dal teatro: in Piazza del Duomo ci sarà la compagnia Circo Improvviso con “Pindarico”, uno show di trasformismo e illusionismo su trampoli, altamente scenografico, il viaggio libero e visionario che un aviatore ormai vecchio compie sul filo dei ricordi; in Piazza del Seminario il più famoso burattino del mondo “Pinocchio” prenderà vita grazie alla narrazione e al telo illustrato del contastorie Alessandro Gigli, grande affabulatore, capace di far apparire, per magia, le più incredibili visioni, fidando tutto sulla capacità evocativa della parola; ai Loggiati di San Domenico ci sarà il Teatro del Cacao con “Beat Socks” uno spettacolo di pupazzi, attore e clowneria, un teatro dove tutto può succedere, che si costruisce sotto gli occhi increduli dello spettatore.

Anche il sabato sarà ricco di suggestioni, in Piazza Duomo “Alto Livello” del Circo Improvviso presenterà una galleria di personaggi umani e animali realizzati con semplici trucchi basati sulla deformazione degli arti; in Piazza del Seminario ci sarà Federico Pieri in “Uno per tutti”, un’alchimia di sand art, ombre e magia dalla quale prenderanno vita curiose storie ed incontri; e i Loggiati di San Domenico ospiteranno il divertentissimo show di Nicola Pesaresi, giovane e talentuoso ventriloquo, in “Zitto quando parli” dal retrogusto del vecchio cabaret e dell’avanspettacolo con assurdi personaggi ed effetti originali.

L’ingresso è gratuito e la prenotazione è consigliata. Sarà possibile prenotare compilando un form che troverete prossimamente sul nostro sito o la sera di spettacolo in loco fino ad esaurimento posti.

Non sarà attivo il servizio navetta, ma il pubblico potrà parcheggiare negli appositi spazi a San Miniato

Il centro sarà comunque chiuso al traffico dalle 19.00 per i giorni 5, 6, 7 e 8 agosto

No items found.

Vi Aspettiamo a San Miniato (PI)

I Manifesti della Luna è Azzurra

2005 Illustrazione di Glenda Sburelin

2004 Illustrazione di glenda sburelin

2003 Illustrazione di Antonio Bobò

2002 Illustrazione di Antonio Bobò

2000 Illustrazione di Antonio Bobò

1999 Illustrazione di Antonio Bobò

1998 Illustrazione di Antonio Bobò

1997 Illustrazione di Antonio Bobò

1996 Illustrazione di Antonio Bobò

1995 Illustrazione di Antonio Bobò

1994 Illustrazione di Antonio Bobò

1993 Illustrazione di Simonetta Melani

1992 Illustrazione di Simonetta Melani

1991 Illustrazione di Simonetta Melani

1990 Illustrazione di Simonetta Melani

1989 Illustrazione di simonetta melani

1988 Illustrazione di Simonetta Melani

1987 Illustrazione di Simonetta Melani

1986 Illustrazione di Simonetta Melani

1985 Illustrazione di simonetta melani

1984 Illustrazione di Simonetta Melani